PAPA FRANCESCO fumoSalvo rari casi, oggi si diventa Vescovo se si accetta di entrare a far parte della Massoneria ecclesiastica, di uno dei grandi gruppi della Massoneria ecclesiastica italiana. Nella schiera della Chiesa Nera.

Secondo i documenti e le rivelazioni di ex massoni, da decenni la Massoneria ecclesiastica ha occupato i posti chiave per governare la Chiesa e disporre secondo i propri disegni la gestione delle promozioni, le carriere, i ruoli. Per esempio, se la Congregazione dei Vescovi è guidata da Prelati massoni, tutti i nuovi Vescovi si individueranno tra i parroci e i frati ambiziosi del potere, pronti a vendersi l’anima pur di diventare Vescovi.

La Massoneria ecclesiastica come ogni struttura organizzativa, ha dovuto formarsi i futuri Sacerdoti, per poi inserirli nelle Curie, soprattutto nella Curia romana. Li fa salire in alto, verso cariche di spessore, fino ad occupare posti di rilievo. Molti dei giovani o seminaristi prescelti, vengono infatti ricompensati con la carriera ecclesiastica. Diversi Prelati che superano i settantanni hanno ricevuto la proposta  dell’affiliazione massonica quando frequentavano il seminario, molti nelle università, tramite professori massoni incaricati di individuare e di selezionare gli studenti con spiccata intelligenza e l’ambiziosa sete di potere.

GALANTINO ceiÈ accertato che diversi decenni fa i futuri Vescovi non venivano selezionati solamente all’interno della Chiesa, c’era un piano fin dal 1940 di introdurre giovani laici molto intelligenti ed ambiziosi all’interno della Chiesa per portarli in seguito a ricoprire cariche prestigiose. Si tratta di un mestiere, devono saper recitare il ruolo prestigioso, redditizio, carismatico, oltre la fortuna di diventare amico e confratello dei potenti, quelli che decidono promozioni e trasferimenti. Quelli che mettono a tacere gli scandali interni. Ed agiscono dietro una maschera…

Se da decenni la Massoneria ecclesiastica si è rafforzata notevolmente in tutte le sue componenti interne, oggi essa decide i ruoli più determinanti per la vita della Chiesa. Quindi già all’inizio del 1961 Prelati e Monsignori agivano con molta libertà per corrompere i seminaristi, distruggere la sana dottrina cattolica, operare un pieno sovvertimento teologico dentro la Chiesa. Sono promozioni che si pagano con l’obbedienza alla Massoneria, non più a Gesù Cristo. Ed è chiaramente un’obbedienza amata e desiderata da quanti cercano di fare carriera.Volete mettere il prestigio di diventare Vescovo? Vescovi in carica avrebbero venduto l’anima al diavolo pur di ricevere attenzione da quanti selezionano i nuovi Vescovi da indicare alla Congregazione a Roma.

Viene affermato anche dai buoni Prelati: oggi la consacrazione dei nuovi Vescovi passa quasi sempre attraverso l’affiliazione massonica. Lo affermano non solamente visionando numerose scelte di Sacerdoti modernisti, eretici e, in diversi casi immorali, anche da altri aspetti.

Personalità di prestigio all’interno della Chiesa sono sicuri di questo e lo affermano. Quei Sacerdoti e in molti casi anche teologi, pieni di una forte ambizione e di minima spiritualità manifestata ovunque, sono sempre disponibili a qualsiasi compromesso per ottenere potere e ricchezza, fare carriera ed entrare in una congrega che protegge gli immorali. Se non hanno più Fede in Gesù Cristo, se hanno perduto l’identità sacerdotale e cristiana, se negano l’inferno, i diavoli e i peccati mortali, sono capaci di compiere qualsiasi immoralità, anche di tradire Gesù perché non Lo avvertono più nella preghiera. Sono in grado di compiere qualsiasi scelta immorale pur di avere successo e potere. Pronti a vendere l’anima al diavolo per fare carriera nella Chiesa, e sono molti quelli che sono già arrivati alla disperazione e portano con essi i fedeli che li seguono. Per molti Consacrati è oramai un comportamento abituale fare sesso con donne, uomini, giovani, o dire menzogne, compiere truffe, vivere in piena opposizione al Vangelo, inventare dottrine moderniste e calpestare i dieci Comandamenti, perché sono schiavi dei peccati e del loro propagatore, satana.

Per loro è diventato normale agire da immorali. E i Prelati corrotti sono numerosi, riescono con facilità a nascondere la doppia appartenenza e il tradimento a Gesù e al Vangelo, però suscita confusione a molti fedeli capire come riescano a tenere omelie e fare interventi spirituali. Si chiedono: se non hanno più Fede, come possono parlare di Gesù? Domande ingenue, ma la confusione è molta.

PAPA FRANCESCO e mons. Filippo Santoro (foto MartinaNews)

Annunci

2 pensieri su “La condizione per diventare Vescovo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...