PAGLIA SORRIDE
PRESIDENTE DEL PONTIFICIO CONSIGLIO PER LA FAMIGLIA – “tieni duro, tenete duro” dice Paglia riferendosi al Governo dopo aver ricoperto di elogi lo stesso (finto) Renzi “sei bravissimo” “complimenti per tutto” gli dice.

Il cattivo costume delle finte telefonate (fatte ingannando l’interlocutore usando degli imitatori) è cosa antipatica. E soprattutto la loro pubblicazione, così come anche la pubblicazione delle intercettazioni telefoniche (che dovrebbero restare segrete. Lo stesso si potrebbe dire di certi video realizzati con telecamera nascosta e poi trasmessi in televisione. Ma il discorso sarebbe lungo: rinviamolo).

Chiarito che trattasi di cosa non bella resta il fatto che le parole dette sono dette realmente e non si può fare finta di niente. Per venire alla attualità: una emittente ha realizzato l’ennesimo “scherzo” (solito clichè: telefonata, imitatore et cetera) questa volta è toccato a Monsignor Vincenzo Paglia. Un “finto-Renzi” lo ha chiamato al telefono ed il prelato c’è cascato in pieno, parlando come se davvero ci fosse il Capo del Governo dall’altra parte della cornetta. Ed ha detto certe cose, come vedremo fra poco.

Press conference of Vatican spokesperson Padre Lombardi after Benedict XVI announce his resignation in VAtican press room, in Rome 11 February 2013. ANSA/ALESSANDRO DI MEO
PADRE FEDERICO LOMBARDI

Torniamo per la terza volta a dire che questi “scherzi” non vanno bene e quindi concordiamo con quanto detto  dal direttore della sala stampa vaticana, padre Federico Lombardi, al Diario di Papa Francesco su Tv2000 in merito allo scherzo telefonico di cui stiamo parlando. Il Portavoce, riferendosi a tali telefonate,  ha detto che “non è corretto prenderle sul serio, mentre è corretto prendere sul serio il modo assolutamente scorretto in cui queste dichiarazione vengono estorte. Sono stupito che non si manifesti anche più chiaramente l’Ordine dei giornalisti con una chiara censura e disapprovazione di questo modo di fare informazione e ottenere informazioni. Mi sembra inaccettabile e disonesto”.

Inaccettabile e disonesto. E siamo totalmente d’accordo.

Ma resta il contenuto della telefonata.

Ed anche la constatazione del tipo di  rapporto esistente sul piano umano.

Ognuno può valutare tutto questo ascoltando la telefonata nel suo audio originale  CLICCA E ASCOLTA LA TELEFONATA

Le considerazioni da fare sarebbero tantissime ma personalmente, come cattolico, mi preoccupano alcune cose. Anzitutto il fatto che un Vescovo  appoggi in modo esplicito un governo, lodandone l’operato.

Qualcuno potrebbe obiettare che anche nel Dopoguerra (e per almeno un decennio) la Chiesa appoggiò i governi diccì. Ma la situazione era davvero diversa: il pericolo comunista era reale, si usciva da una dittatura ma soprattutto gli esponenti politici erano di provata fede ed autenticamente coerenti col Magistero ed il Vangelo.

Sperando che nessuno osi paragonare Renzi a De Gasperi resta, come detto, il contenuto della telefonata: “tieni duro, tenete duro” dice Paglia riferendosi al Governo dopo aver ricoperto di elogi lo stesso (finto) Renzi “sei bravissimo” “complimenti per tutto”  gli dice.

Ed allora è legittimo chiedersi se tale placet si estende all’intera attività di questo Governo, legge sulla “buona scuola” compresa.  E se quel “andate avanti” si riferisce anche al Ddl Cirinnà ed al Disegno di legge Scalfarotto.

Sarebbe triste se il Presidente del Pontificio Consiglio per la Famiglia ed autorevole membro della Cei avallasse certi provvedimenti legislativi. Sarebbe triste, molto triste. E ci autorizzerebbe ad ipotizzare che Monsignor Paglia non sia l’unico ecclesiastico a pensarla in questo modo.

L’eresia modernista è sempre in agguato, anzi: è dietro l’angolo e certi pronunciamenti di alti ecclesiastici, italiani e non solo,  fanno sinceramente preoccupare. Anche i due sinodi dei Vescovi  –quello straordinario del 14 e quello ordinario in corso- hanno dato spazio a posizioni eterodosse e non su questioni di lana caprina ma su principi non negoziabili.

Ecco perché quella telefonata, pur con tutte le riserve di cui abbiamo detto, risulta essere rivelatrice e preoccupante per il futuro ed il presente della Chiesa.

Annunci

4 pensieri su “Se il Pontificio Consiglio appoggia il Ddl Cirinnà – Il caso Mons. Paglia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...