Foto AnsaLo slogan, pappagallato pure da atei lontanissimi, è arcinoto: “chi sono io per giudicare?”. In realtà, come sappiamo tutti bene, l’ex Arcivescovo di Buenos Aires -terra peronista e terreno fertile della eretica teologia della liberazione-  giudica, eccome se giudica.

Giudica quei genitori cristiani, timorati di Dio ed aperti alla vita (“non è da cristiani fare figli come conigli”), giudica un cittadino americano -entrando con una pesante ingerenza nelle elezioni presidenziali americane- definendolo “un non cristiano” mentre rientrava dal suo viaggio in Messico

PAPA MISBergoglio giudica, e condanna. Certo l’apparenza, con la complicità dei media, è della persona mite e sorridente. Potessero parlare certi Vescovi e Cardinali che dal 2013 sono sotto attacco! Un episodio apparentemente insignificante: avete visto con quale sguardo ha duramente condannato un povero fedele che volendo dargli la mano ha indirettamente causato la sua goffa e ridicola caduta? Avete visto come è cambiato lo sguardo? E con che occhi ha fulminato quel povero ragazzo: chissà come si è sentito, “sgridato” (ed in che modo!) dal Papa, in mondovisione. (Questo il video: dura trenta secondi)

Per carità cristiana si eviti di entrare nello spot alla contraccezione (ancora una offesa ai genitori “conigli”).  In compenso el papa onora l’abortista atea e radicale Emma Bonino ed il comunista impenitente (ateo e non sposato in chiesa) Giorgio Napolitano, definendoli eroi dell’italia di oggi!

E con la ennesima contraddizione, durante gli infernali strali che lancia in aereo, ha detto che lui non si immischia. Non fa politica. E meno male. Pensate se invece decidesse di entrare. Il riferimento è al dibattito parlamentare -e soprattutto culturale, sociale, etico- che si sta svolgendo in Italia. Il Papa ha già parlato: quel “chi sono io per giudicare?” è lo sdoganamento ufficiale all’infernale relativismo. Passi che lo dica un cretino come me. Ma se lo dice il Vicario di Cristo è grave. Ma stiano tranquilli tutti i figli della vedova: alla fine trionferà il Cuore Immacolato di Maria.

Annunci

Un pensiero su ““Chi sono io per giudicare?” (Ed invece giudica, eccome se giudica)

  1. Veramente il papa si era arrabbiato con quel ragazzo perché lo stava facendo cadere sopra un bambino disabile. Ma lo sa che mistificando la realtà e dicendo le bugie si va all’Inferno ? Poi beato lei che cade in maniera aggraziata stile etoile. Ma vada a nascondersi sotto la cappa merlettata di Burke

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...