padre-cavalcoliNessuna sospensione a divinis. Nulla di nulla. Il padre Cavalcoli sta passando delle prove durissime che, lo speriamo, sta vivendo in modo cristiano. Ed il riferimento non è tanto alla emarginazione da parte di quella radio oppure alle dichiarazioni di quel Monsignore importante o agli sberleffi di quel bizzarro Religioso che veste casual bensì a quella nota ufficiale da parte del Superiore Provinciale che, oltre a sconfessarlo nettamente e pubblicamente, probabilmente  gli ha anche inflitto delle obbedienze dure. Tutto qui. Ma questo si riferisce al 5 novembre 2016. E’ roba vecchia, anche se naturalmente il teologo domenicano ne sta patendo parecchio.

Ma da qui ad uscirsene con un video di quel genere, con tanto di spot incluso (mancava solo l’invito ad affrettarsi ad ordinare perché l’offerta è limitata…) e far circolare una notizia non vera (la sospensione a divinis) ce ne passa.

Naturalmente il primo a patirne le conseguenze sarà lo stesso Cavalcoli: i superiori certamente non gradiranno la pubblicazione di quel video e, teoricamente, potrebbero “vendicarsene” con l’ignaro Padre che già sta patendo di suo.

Ecco, è vero che l’aria è avvelenata (anzi:comincia ad essere sulfurea ed asfittica) ma proprio per questo non occorre gettare benzina sul fuoco. O forse ora, prodigiosamente, padre Giovanni Cavalcoli viene pienamente riabilitato dai Superiori (e magari pure dal Vaticano) in seguito a quel video? Al massimo si venderà qualche libro in più. Ma Cavalcoli ha bisogno della nostra preghiera e della nostra solidarietà.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...