“finché non tocca la Messa io non mi permetto di criticare il Papa”

Si son accorti di aver esagerato. La sulfurea sfacciataggine con la quale nelle ultime settimane avevano confermato la chiara intenzione di cambiare la Celebrazione Eucaristica (di fatto sfigurandola: il progetto è di eliminare la Consacrazione del pane e del vino. Poiché, come ha detto un liturgista, la Transustanziazione non è un dogma) ha fatto aprire gli occhi a molti cattolici.

bergoglio

Sicché la nuova parola d’ordine è “smentire”, “sminuire” , fare dichiarazioni (anche ufficiali!) in cui si nega che esista una Commissione di dialogo luterana-cattolica, anche benedetta da Papa Francesco (clicca qui), e che la Santa Messa non verrà minimamente toccata né cambiata.

Si mente. E si mente sapendo di mentire. Questo articolo è dedicato a tutti quelli che, pur rendendosi conto che la situazione di confusione esiste e pur provando disagio, si ostinano –testardaggine? orgoglio? Boh!- a negare la evidenza e ripetono “finché non tocca la Messa io non mi permetto di criticare il Papa”.

A parte che criticare il Papa non è un peccato (mentre, invece, pare che costituisca un reato –o qualcosa di simile- lodare pubblicamente un Santo ) ma non rendersi conto che siamo nella apostasia. finalizzata a “svuotare” la Chiesa Cattolica dei suoi Dogmi e così sfigurandola orribilmente, è grave. E costoro, i “pompieri” di oggi,  non potranno dire: “perché nessuno me lo ha detto?”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...