Papa Francesco “non è un mio pastore”. Ma scrive su una Testata cattolica

Non sappiamo con esattezza chi sia questo carneade. Tuttavia, lo diciamo subito, la cosa preoccupante – e che non può esser sottaciuta- è che una persona che esplicitamente e pubblicamente parlando del Papa, (il Vicario di Cristo!) si permetta di dire “non è il mio Pastore”.

non e il mio pastore_LI

Ora noi sappiamo che purtroppo i sedevacantisti o comunque i nemici di Papa Francesco sono tantissimi, purtroppo. Ed hanno i loro mezzi di informazione, i loro Monsignori (a loro volta collegati con Cardinali italiani e stranieri): insomma, il demonio sta compiendo un gran lavoro per provare a dividere la Chiesa. Naturalmente non ci riuscirà.

Bene, noi però stiamo parlando di una persona che scrive su una Testata cattolica di un certo rilievo. E non è tollerabile –lo diciamo da lettori attenti ed anche critici (se è il caso) di quella Testata.

tweet bergoglio salvini_LI

Ebbene, la cosa è letteralmente scandalosa. Non può essere tollerato che uno attacchi continuamente il Papa –il papa!!!!!- e poi tranquillamente pubblichi i suoi articoli su una Testata cattolica. Non esiste proprio: né ora né mai.

E siccome questo “enfant prodige” della stampa cattolica italiana ammette egli stesso i suoi gravi limiti (“mi accorgo che sto perdendo l’autocontrollo” scrive sul suo profilo facebook) forse è il caso che questa Testata che ospita i suoi articoli dica al suo collaboratore di chiarirsi le idee su chi è il Capo della Chiesa e poi, forse, torni a scrivere. Noi, nel frattempo, vigileremo: al pari della odiosa e devastante omoeresia non può passare sotto silenzio questa “mania” di offendere il Papa manco fosse un cantante che non piace o un filosofo sgradito. Il papa è il papa. Chiaro, no?

profilo tweetgv_LI

Annunci